La sfida di connettere macchinari diversi: il giusto protocollo e software di comunicazione

macchinari connessi

Molte aziende di produzione utilizzano molteplici macchinari per eseguire una specifica serie di operazioni. Tuttavia, questi macchinari spesso hanno bisogno di essere collegati tra loro. Ma, quando si tratta di connettere macchinari completamente diversi tra loro, può diventare una sfida alquanto difficile. 

Scegliere il giusto protocollo di comunicazione

Il primo passo per connettere macchinari diversi è scegliere il giusto protocollo di comunicazione. Un protocollo di comunicazione è un insieme di regole, procedure e messaggi standardizzati che stabiliscono come due o più dispositivi o programmi informatici possono comunicare tra di loro. Un protocollo definisce i formati dei dati che i dispositivi possono scambiare, come i dati vengono trasferiti, come i dispositivi si identificano tra loro e come si gestiscono gli eventuali errori di comunicazione. 

Il protocollo di comunicazione di solito determina il tipo di cablaggio che sarà necessario effettuare. Ci sono diversi protocolli di comunicazione utilizzati nel machinery e nella produzione. Alcuni dei più comuni sono:

  • Modbus: è uno dei protocolli più comuni utilizzati nelle applicazioni di controllo industriale. È un protocollo seriale che consente la comunicazione tra dispositivi di controllo e sensori. Modbus è utilizzato per configurare, monitorare e controllare gli scambi di dati tra i dispositivi.
  • Profibus: è un protocollo di comunicazione seriale utilizzato per la comunicazione tra i dispositivi di controllo industriale e gli attuatori. Profibus consente la comunicazione tra i dispositivi su Reti Locali Industriali (ILN).
  • Ethernet/IP: questo protocollo di comunicazione utilizza una rete Ethernet per la comunicazione tra i dispositivi. Ethernet/IP è utilizzato per connettere dispositivi di controllo, sensori e attuatori e consente una velocità di trasmissione dati più elevata rispetto ai protocolli seriali.
  • DeviceNet: questo protocollo di comunicazione è stato sviluppato da Rockwell Automation ed è utilizzato per la comunicazione tra i dispositivi di controllo industriale e gli attuatori. DeviceNet consente la trasmissione di dati in tempo reale e utilizza la topologia a linea singola per la connessione dei dispositivi.
  • HART (Highway Addressable Remote Transducer): è un protocollo di comunicazione utilizzato per la comunicazione tra i sensori e i controlli industriali. HART consente la comunicazione bidirezionale tra i dispositivi e garantisce la compatibilità con protocolli seriali esistenti.
  • CANbus (Controller Area Network): è un protocollo di comunicazione seriale utilizzato nell’industria automobilistica e nella produzione di aerei. CANbus è utilizzato per la comunicazione tra i dispositivi di controllo e i sensori e consente la gestione di un gran numero di dispositivi su una singola rete.

Per scegliere il protocollo di comunicazione più adatto alle proprie esigenze, è necessario valutare diversi fattori, tra cui:

  • Tipo di applicazione: il protocollo scelto deve essere adatto all’applicazione che si intende sviluppare, sia in termini di funzionalità che di performance.
  • Tipo di rete: il protocollo deve essere compatibile con il tipo di rete su cui si intende utilizzarlo. Ad esempio, il protocollo TCP/IP è adatto per le reti basate su IP, mentre il protocollo Bluetooth è utilizzato per le reti wireless.
  • Livello di sicurezza: se la sicurezza dei dati trasmessi è un fattore critico, è necessario scegliere un protocollo che offra un elevato livello di sicurezza, come SSH o SSL.
  • Scalabilità: se la rete deve supportare un alto volume di traffico o se si prevedono futuri aumenti di traffico, è necessario scegliere un protocollo che sia scalabile.
  • Disponibilità: il protocollo scelto deve essere ampiamente disponibile e supportato da una vasta gamma di dispositivi e piattaforme.
  • Costi: il costo di implementazione e manutenzione del protocollo deve essere adeguato al budget disponibile.

Cablaggio

Una volta scelto il giusto protocollo di comunicazione, è necessario cablare le diverse macchine.Il cablaggio delle macchine si riferisce alla connessione di cavi elettrici tra i vari componenti di una macchina, come ad esempio sensori, attuatori, motori elettrici, dispositivi di interfaccia uomo-macchina, unità di controllo elettroniche, etc.

Esso viene realizzato seguendo uno specifico schema elettrico, in modo da garantire una corretta alimentazione e gestione dei segnali elettrici all’interno della macchina. Il cablaggio dipenderà dal tipo di protocollo di comunicazione scelto. Per esempio, il cablaggio Ethernet richiede cavi HUB o switch, mentre il cablaggio Modbus richiede semplicemente una connessione seriale.

Software di comunicazione: Senseioty

Dopo che il cablaggio è stato effettuato, è necessario installare un software di comunicazione come Senseioty.

Senseioty è il nostro software per l’industria digitale che consente ai macchinari di comunicare tra loro o con altri dispositivi come computer, tablet o smartphone. Viene utilizzato per:

  • Monitorare e controllare i macchinari da remoto;
  • Eseguire aggiornamenti del firmware e dei software di controllo;
  • Raccogliere dati e generare report sull’utilizzo dei macchinari,
  • Diagnosticare eventuali problemi di funzionamento.

Senseioty è progettato per funzionare anche in ambienti di produzione ad alta velocità e con elevati carichi di lavoro.

Contattaci per parlare delle possibilità che il nostro software può offrire alla tua azienda.

Author avatar
Flairbit